L’Arminuta, Donatella Di Pietrantonio, Einaudi 2017.

arminuta1In un imprecisato paese dell’entroterra abruzzese, in un giorno qualunque, una bambina torna alla sua famiglia d’origine. L’aveva lasciata a pochi mesi dalla nascita, per essere adottata da una coppia di lontani parenti. Più che un ritorno, quello dell’Arminuta (parola che in abruzzese significa proprio "quella che è tornata") è una restituzione; viene infatti consegnata quasi come un pacco, insieme alla borsa di scarpe in disordine che porta con sé e ad altre poche cose. Dell’Arminuta non sapremo mai il vero nome, ma solo questo appellativo che con disprezzo le affibbiano i ritrovati compaesani.